Home Salute Regione Puglia, tamponi rapidi anche negli studi dei medici di base: firmato l’accordo
Tamponi

Regione Puglia, tamponi rapidi anche negli studi dei medici di base: firmato l’accordo

da Elvira Zammarano

E’ stato raggiunto e firmato l’accordo tra la Regione Puglia e i sindacati dei medici di medicina generale per l’esecuzione dei tamponi rapidi da effettuare  negli studi dei medici di base o nelle strutture Asl prestabilite. Lo ha annunciato il segretario della Fimmg Bari, Nicola Calabrese, che ha sottolineato l’importante ruolo che i medici di famiglia assumeranno in questo particolare momento. Nei loro ambulatori, infatti, si potranno effettuare i tamponi rapidi per seguire i cosiddetti asintomatici, usciti dai 10 giorni di isolamento. L’accordo tra Regione e Fimmg Bari, è un ulteriore passo verso una maggiore autonomia dei controlli anti Covid, un rafforzamento della diagnostica territoriale, che darà luogo ad una riduzione dei costi sociali dovuti alla quarantena e, sicuramente e sarà di supporto  per il Dipartimento di prevenzione.

“La sottoscrizione dell’accordo apre un nuovo scenario, dato che per la somministrazione dei tamponi rapidi da parte dei medici di medicina generale non sarà su base volontaria, ma un’attività inclusa tra i loro compiti.” ha detto Nicola Calabrese, Segretario Fimmg Bari e vicesegretario nazionale Fimmg.

“La medicina di famiglia in Puglia è pronta, oltre che a somministrare i tamponi, a supportare i dipartimenti per le attività di isolamento e identificazione  dei contatti – ha ribadito il segretario  .“I medici faranno la propria parte, come sempre. Ma la situazione è preoccupante. Per questo rilanciamo l’invito del Presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici rispetto alla necessità di adottare misure più restrittive per il contenimento della pandemia”, e ha aggiunto, “È a rischio la tenuta del sistema e la possibilità di curare tutti.”

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento