Home Cronaca Bari, confiscati beni per oltre 3 milioni di euro ad una Srl barese
Beni confiscati

Bari, confiscati beni per oltre 3 milioni di euro ad una Srl barese

da Anna Caprioli

L’elevato valore indiziario raccolto dagli inquirenti nel corso delle indagini a carico della Srl barese, ha portato la Procura di Bari, in stretta sinergia con il locale Nucleo PEF, all’applicazione della cosiddetta “confisca per equivalente”, inibendo, in questo modo, il perpetrarsi e il relativo consolidamento dell’evasione messa in atto dagli amministratori.

Il decreto di sequestro preventivo, eseguito dai Finanzieri di Bari, infatti, ha avuto come oggetto in via diretta le disponibilità finanziarie della società, con sede a Bari, operante nel settore delle lavorazioni meccaniche e, per equivalente, i beni dei suoi amministratori pro tempore e di una terza persona, tutti indagati per aver omesso la dichiarazione dei redditi per l’anno d’imposta 2015 e dell’I.V.A. per gli anni d’imposta 2015 e 2016. Il decreto di sequestro preventivo emesso dal G.I.P. di Bari, su richiesta della Procura, costituisce dunque l’epilogo dell’articolata attività investigativa effettuata dal I Gruppo Tutela Entrate del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Bari, compagine della GdF, specializzata nel contrasto dell’evasione fiscale. Dalle indagini è emerso, che la S.r.l. negli anni 2015 e 2016 ha fatturato operazioni inesistenti in favore di numerose imprese localizzate sul territorio nazionale e ha, peraltro, omesso la presentazione della dichiarazione I.V.A. per gli anni 2015 e 2016 e di quella IRES per l’anno 2015, con una conseguente evasione di imposte per un importo complessivo di € 3.836.481,50. Pertanto, sulla base di tale provvedimento cautelare, i Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Bari hanno sequestrato beni immobili e mobili registrati, vari rapporti finanziari e un trust con sede a Rimini.

Articoli correlati

Lascia un commento