Home Salute Il Covid corre: l’Iss, ‘Epidemia in fase acuta. Il virus circola in tutto il Paese’
Covid

Il Covid corre: l’Iss, ‘Epidemia in fase acuta. Il virus circola in tutto il Paese’

da Elvira Zammarano

Sono le dichiarazioni rilasciate dall’Istituto Superiore di Sanità del Ministero al termine del consueto monitoraggio settimanale sulla situazione pandemica in Italia.

Covid trasporti

“Si assiste a un’accelerazione nell’evoluzione dell’epidemia, – dicono gli esperti – ormai entrata in una fase acuta con aumento progressivo nel numero dei casi” e con “evidenze di criticità nei servizi territoriali ed aumenti nel tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva e area medica che rischiano, in alcune Regioni/PA, di raggiungere i valori critici nel prossimo mese”.

“Si fa appello alla popolazione di rispettare con coscienza e precisione tutte le norme di precauzione previste” , ovvero distanziamento fisico (vedi mezzi di trasporto…) e uso corretto delle mascherine e “di evitare quanto più possibile situazioni che possano favorire la trasmissione quali aggregazioni spontanee e programmate (vedi scuole…) per evitare un ulteriore peggioramento che potrebbe richiedere restrizioni territorialmente diffuse (leggi lockdown chirurgico)”. E ancora, “Il virus oggi circola in tutto il Paese”.

Ma la preoccupazione più grande riguarda la tenuta delle terapie intensive che in Regioni come la Puglia, l’Abruzzo, la Campania, l’Emilia Romagna, la Liguria, la Lombardia, la Sardegna, la Toscana, l’Umbria e la Valle d’Aosta, è a rischio.

Intanto l’Iss ha registrato un nuovo picco di contagi Covid nel nostro Paese, per l’esattezza oltre 8mila e dal 5 al all’11 ottobre, un aumento a livello nazionale dell’indice di contagiosità pari a 1,17, con la Lombardia in pole position (Milano RT sopra 2), seguita da Campania (che ha chiuso le scuole fino al 30 ottobre) e Piemonte.

Il direttore generale di prevenzione alla Salute del ministero, Giovanni Rezza ribadisce che “In questo momento è necessario prendere misure, tenere comportamenti prudenti, evitare aggregazioni ed eventi sia pubblici che privati, comprese quelle che sono le attività extrascolastiche e prestare attenzione anche a quelle all’interno delle mura domestiche”, perché, dice, “l’aumento dei casi di Covid-19 nel nostro Paese questa volta è sensibile rispetto alle settimane precedenti. E l’Rt è significativamente superiore ad 1. Si verificano focolai e si registrano casi sporadici un po’ in tutte le Regioni italiane e stanno aumentando i ricoveri ospedalieri, più lentamente i ricoveri in terapia intensiva, anche se – conclude Rezza – ancora non si registra da questo punto di vista una particolare criticità”.

Articoli correlati

Lascia un commento