Home Cronaca Bari, Denso, nero e nauseabondo, ecco il fumo tossico di un rogo

Bari, Denso, nero e nauseabondo, ecco il fumo tossico di un rogo

da Elvira Zammarano

Chissà cosa hanno bruciato questa volta, cert’è che il fumo di stamattina, sprigionato da fiamme altissime, sovrastava le campagne di Torre di Mizzo, a Mungivacca.

Non smetteva di avvolgere e penetrare tutto quello che incontrava ad alta e bassa quota. La densità, il colore del fumo e il cattivo odore erano visibili e percepibili anche in lontananza. Secondo l’esperienza dei i volontari ambientalisti di Gens Nova, quel fumo acre, non poteva che essere il prodotto della combustione di rifiuti. ” Quando il fumo prodotto da un rogo è di quella portata, densità e colore, oltre che odore – dicono gli esperti di Gens Nova -, significa che a bruciare non sono “semplici” rifiuti (che in ogni caso devono essere smaltiti sempre in maniera adeguata), ma gli scarti di materiale pericoloso, che andrebbe conferito secondo la normativa vigente. Abbiamo allertato i Vigili del Fuoco – ribadiscono i volontari –  nella speranza che il loro tempestivo intervento possa ridurre il più possibile i danni di questo ennesimo atto vandalico”.

 

Articoli correlati

Lascia un commento