Home Salute Manifestazione dei NO MASK a Roma, “Tamponatevi il c…”
Manifestazione no mask

Manifestazione dei NO MASK a Roma, “Tamponatevi il c…”

da Elvira Zammarano

La manifestazione di chi è contro l’uso della mascherina anti-Covid e di chi non è d’accordo su come il Governo sta gestendo la pandemia, prevista per stamattina, a piazza San Giovanni, è stata segnata da forti momenti di tensione.

In particolare un manifestante, privo di dispositivo, che si rifiutava di dare le proprie generalità, è stato fermato dalla Polizia, mentre gli altri urlavano contro gli agenti, “Vergogna vergogna”, “Ci dovete arrestare tutti”, “Libertà, libertà”. Per alcuni l’intervento della Polizia è stato fuori luogo, “Tutto per una mascherina – hanno detto – solo perché si è rifiutato di dare il nome lo hanno portato via in quel modo. È una vergogna”.

All’interno del sit-in, formato da non più di alcune decine di persone con il gilet arancione e con diverse bandiere del Fronte sovranista italiano, c’era un uomo che indossava uno scheletro di plastica con la mascherina che riportava, “Non sono morto di coronavirus, ma di fame”. Tanti anche i cartelli, “Non sono negazionista. Sono qui perché non voglio la dittatura” ed “L come libertà optional mask” oppure “Tamponatevi il c…”, un altro ancora “La paura viene usata per controllarvi”.

Un manifestante che indossava la mascherina sul mento, ha precisato, “Non siamo negazionisti, quel termine viene usato per chi nega l’Olocausto, mentre io credo sia alla Shoah che al Covid. Ma qui – spiega -siamo arrivati al punto che la Costituzione non esiste più e non si può né dissentire né manifestare”.

La manifestazione ha accolto diverse persone provenienti da tutta Italia, Paolo Martini, 54 anni, dirigente sportivo venuto da Frosinone, ha detto, “La mascherina è dannosa, ci fa respirare la nostra anidride carbonica. Vogliamo un Comitato tecnico scientifico aperto anche ad autorevoli professori che la pensano diversamente e che nessuno ascolta. Perché non alzo la mascherina? C’è una legge – conclude il 54 dirigente – che vieta il travisamento del volto. Se vogliamo rispettare le leggi rispettiamole tutte”. Per un altro manifestante “Già tre bambini sono morti in Germania di asfissia”.

L’idea che il Covid sia così pericoloso e che abbia causato tanti morti, per molti è solo una bufala, supportata dal fatto che neppure un loro conoscente si è ammalato.

Articoli correlati

Lascia un commento