Home Scuola Per Federconsumi, con la Scuola, ripartono anche i sacrifici delle famiglie
Federconsumi libri

Per Federconsumi, con la Scuola, ripartono anche i sacrifici delle famiglie

da Francesco Tesoro

Secondo gli studi di Federconsumi, il carico iniziale sarà di  780 euro a nucleo familiare, di cui quasi 480 per i libri e oltre 300 euro per i trasporti.

Tra le tante incertezze, l’inizio del nuovo anno scolastico, dunque, desta forti preoccupazioni anche sul fronte delle spese da affrontare. L’Osservatorio nazionale di Federconsumi rende noto che per mandare un figlio a scuola le famiglie dovranno spendere circa il 3% in più, rispetto allo scorso anno. I costi varierebbero tra le 8/900 euro all’anno per uno studente di scuola media inferiore e di 1.300 euro per uno studente delle superiori. Per molte famiglie questi aumenti incideranno notevolmente sulla gestione economica familiare, mettendo a serio rischio iscrizioni e permanenza degli studenti nelle scuole. Ciò determinerebbe un pericoloso fallimento per l’intera società.

Ad incidere sui dati negativi, anche l’incremento della pandemia che costringerebbe molti genitori ad accompagnare i figli a scuola con le proprie auto, per abbandonare i più rischiosi mezzi pubblici, con un notevole dispendio di tempo, energia e danaro. E a nulla valgono i buoni, le agevolazioni o le gratuità dei testi scolastici, messi in campo per chi ha un basso reddito. La situazione rimane difficile. Intanto il Presidente di Federconsumi, Emilio Viafora, afferma di attendere con fiducia l’assegno unico universale previsto per i figli dalla nascita al ventunesimo anno di età (Family Act 2021).

Articoli correlati

Lascia un commento