Home Lavoro Reddito di cittadinanza come non perderlo e come rinnovarlo, il vademecum
Reddito

Reddito di cittadinanza come non perderlo e come rinnovarlo, il vademecum

da Francesco Tesoro

Reddito di cittadinanza: tra pochi giorni sarà in pagamento l’ultima tranche per i beneficiari di questa misura, come non perderlo e come rinnovarlo.

Quella di settembre sarà l’ultima tranche. Chi vuole continuare a percepire Reddito di cittadinanza e Pensione di cittadinanza dovrà fare la domanda per il rinnovo. L’appuntamento è in arrivo per i primi beneficiari del Reddito di cittadinanza di aprile 2019, per i quali a settembre termineranno i 18 mesi di durata del sussidio.  Coloro che continuano a possedere i requisiti necessari per beneficiare del Reddito dovranno preoccuparsi di presentare una nuova domanda a decorrere da ottobre 2020. La richiesta darà la possibilità di usufruire della misura per altri 18 mesi a partire già a novembre di quest’anno. Mentre per i beneficiari della Pensione di cittadinanza non esiste il mese di sospensione e può esserci pertanto la continuità nella ricezione degli importi. Per gli eventuali richiedenti, colpiti da un provvedimento sanzionatorio che determini la decadenza dal sussidio, questi potranno inoltrare una nuova richiesta dopo 18 mesi dalla decadenza o revoca, ridotti a 6 mesi  per quei nuclei familiari in cui sono presenti minorenni o disabili. Anche qui, per ottenerne il rinnovo è necessario rifare la stessa procedura effettuata in sede di prima richiesta.

La domanda può essere presentata:

  • online sul portale redditodicittadinanza.gov.it alla sezione “Richiedi o accedi” (con le proprie credenziali SPID), qui si può trovare anche un fac-simile di domanda da precompilare e consegnare al CAF per accelerare i tempi
  • presso CAF o Uffici postali

Le domande entro i successivi dieci giorni lavorativi verranno inoltrate all’INPS, che  le verificherà entro cinque giorni, ed in caso di esito positivo  il sussidio verrà erogato a mezzo ricarica della Carta RdC, strumento di pagamento elettronico rilasciato da Poste Italiane.

 

Articoli correlati

Lascia un commento