Home Scuola Bari, Ateneo riapre in sicurezza garantendo l’accesso agli studenti
Ateneo Bari

Bari, Ateneo riapre in sicurezza garantendo l’accesso agli studenti

da Alessia de Nichilo

Il Senato Accademico, insieme agli studenti, ha discusso i nuovi criteri per l’accesso sicuro in Ateneo

In data 1° settembre 2020 il Senato Accademico dell’Ateneo barese, si è riunito insieme agli studenti, per discutere le possibilità di una ripresa in sicurezza delle attività didattiche per l’anno accademico 2020/2021. All’unanimità hanno tutti optato per una modalità mista, gli studenti potranno seguire le lezioni in sede, ma anche da casa.

Nelle prossime settimane verrà rilasciata una ulteriore applicazione di Microsoft, che consentirà agli universitari la prenotazione del proprio posto in aula presso l’Ateneo. Coloro che, invece, rimarranno esclusi dalla prenotazione, potranno seguire le lezioni in modalità telematica su Teams. Si tratta di una piattaforma Microsoft, impiegata già dal mese di marzo, quando le università hanno chiuso ed hanno ovviato con una didattica telematica. Teams permette agli studenti di partecipare a video chiamate, anche con un alto numero di partecipanti, di condividere file con i componenti di uno stesso team.

Il servizio di prenotazione, attraverso l’app, si spera venga introdotto anche nelle biblioteche ed aule studio, evitando così di incorrere in assembramenti tra studenti. Però su tali ipotesi le voci non sono ancora concordi, per cui seguiranno aggiornamenti.

Anche gli esami, come le lezioni ripartiranno in modo “misto”: gli studenti, infatti, potranno scegliere in che modalità sostenere le prove, a meno che non si tratti di esami scritti che dovranno essere svolti necessariamente in presenza.

I più felici saranno sicuramente i laureandi delle triennali e magistrali, costoro, potranno laurearsi in presenza, senza “pubblico”, e solo con 3 invitati a candidato. Ciò che rimane è senza dubbio l’emozione di essere proclamati dottori e dottoresse, questo ripagherà le avversità̀ degli ultimi tempi.

Ora, non resta che scegliere se diventare studenti smart o rimanere studenti tradizionali, tra i banchi delle enormi aule con carta e penna. Sicuramente seguire le lezioni in presenza permette allo studente un ascolto limpido  e diretto, diverso da quello telematico. Altro aspetto importante riguarda i pendolari che, grazie ai collegamenti disposti, potranno rinfrancarsi dei faticosi spostamenti  in treno o autobus.

La Redazione augura a tutti gli studenti un buon inizio anno accademico

Articoli correlati

Lascia un commento