Home Salute Bitritto (Ba), Il CoVid-19 e la nuova responsabilità medica
Convegno PAOLO IANNONE

Bitritto (Ba), Il CoVid-19 e la nuova responsabilità medica

da Elvira Zammarano

Un evento formativo, per fare chiarezza sui dubbi interpretativi a tre anni dall’entrata in vigore della riforma Gelli-Bianco in materia sanitaria, il 9 settembre, alle ore 20, in Piazza Leone.

Organizzato dalla sezione di Bari del Movimento Forense, in collaborazione con il Comune di Bitritto e l’Ordine degli Avvocati di Bari, il convegno si terrà all’aperto, nel pieno rispetto delle normative e delle disposizioni circa il contenimento dell’emergenza Coronavirus, e ospiterà due illustri relatori, il Prof. Francesco Albergo, Docente presso la LUM Jaean Monnet di “Risk Management e Controllo Aziende sanitarie”, e l’Avv. Paolo Iannone, giurista. Entrambi affronteranno il tema sulla responsabilità medica, in relazione anche ai nuovi aspetti giuridici determinati dal CoVid-19.

Dopo i saluti del Sindaco, dott. Giuseppe Giulitto, interverranno l’Avv Sabino Paparella, Presidente del Consiglio comunale e l’Avv. Giovanni Stefanì, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Bari.

Modererà l’incontro, l’Avv. Flavio Luigi Romito, Presidente del Movimento forense di Bari.

“Il convegno intende fare chiarezza sui dubbi interpretativi a distanza di tre anni dall’entrata in vigore della riforma Gelli-Bianco in materia sanitaria – spiega Iannone –  in quanto non si placano ancora le perplessità sull’introduzione del nuovo articolo 590 sexies nel codice penale, laddove l’intervento chiarificatore della Suprema Corte di Cassazione, a Sezioni Unite, ha alimentato il dibattito dottrinale sulla configurabilità della responsabilità penale dell’esercente la professione sanitaria”. “A ciò – conclude l’Avvocato –  si aggiungono i nuovi aspetti legati all’emergenza sanitaria determinata dal Coronavirus e l’assenza di una codificazione ad hoc sul tema, tra coloro che invocano e altri che sono contrari all’introduzione del cosiddetto “scudo penale” per i medici, ove problemi processuali e crucialità dell’accertamento tecnico medico-legale non fanno altro che ampliare la discussione giuridica sul tema”.

In tale prospettiva, l’Ordine degli Avvocati di Bari, riconoscendo la valenza formativa del convegno per i propri iscritti ha accreditato l’evento attribuendo tre crediti ordinari a tutti i partecipanti che lo richiederanno.

la nuova responsabilità medica

Articoli correlati

Lascia un commento