Home Cronaca Bari, Picchia la moglie in carrozzina, infastidito per le sue richieste di aiuto
Donna picchiata dal marito

Bari, Picchia la moglie in carrozzina, infastidito per le sue richieste di aiuto

da Elvira Zammarano

Lo aveva chiamato più volte perchè essendo disabile e costretta in carrozzina aveva bisogno di aiuto. Ma il marito, seccato per le sue continue sue richieste, appena rincasato l’ha colpita al volto con una “manata” talmente forte da procurarle una escoriazione alla tempia, una tumefazione all’arcata sopraciliare e la rottura degli occhiali. Le angherie del marito, secondo il suo tristissimo racconto, andavano avanti da tempo, fino a quando lei stessa non ha chiesto aiuto alle FF.OO. Il gravissimo episodio di violenza familiare, reso ancor più crudele, in quanto perpetrato ai danni di una persona disabile,  e dunque impossibilitata a difendersi, è accaduto in una abitazione del quartiere Carrassi. La poveretta da quando si è ammalata, circa 6 anni fa, era sistematicamente costretta a subire ogni tipo di violenza fisica e verbale. Trasportata al Pronto Soccorso, la donna è scoppiata in un lungo pianto liberatorio, durante il quale ha raccontato, a medici e poliziotti, la sua drammatica condizione. Ha raccontato di tutte le volte che il marito, approfittando della sua disabilità, la picchiava e la minacciava di morte, se solo avesse parlato.
Il giorno successivo, ha finalmente trovato il coraggio di querelare il suo aguzzino, aggiungendo che la situazione era la stessa dal 2014, anno in cui era diventata disabile in seguito alla rottura di un vaso cerebrale per un attacco ipertensivo, dovuto alle botte prese in pieno volto dal “marito”. La donna in quella occasione, sentendosi poco bene, senza profferire parola, si era adagiata sul letto, dal quale era poi caduta pesantemente, battendo la testa e rimanendo in coma per ben 5 mesi. La poveretta per paura delle conseguenze non aveva mai denunciato o rivelato a qualcuno la situazione, fino al 9 luglio scorso, giorno in cui la Polizia è intervenuta, liberandola da chi, invece,  avrebbe dovuto prendersi cura di lei.
Con il provvedimento dei giorni scorsi, eseguito dai poliziotti, il GIP di Bari ha definitivamente allontanato l’uomo dalla casa familiare.

Articoli correlati

Lascia un commento