Home Cronaca San Severo (FG), Morto il 43 enne investito da una esplosione di fuochi pirici
fuochi d'artificio

San Severo (FG), Morto il 43 enne investito da una esplosione di fuochi pirici

da Anna Caprioli

L’incidente, avvenuto lo scorso venerdì, 31 luglio, intorno alle 15 di venerdì, all’interno della fabbrica di famiglia, in via Macello Vecchio, alla periferia di San Severo, aveva  coinvolto, in modo più leggero, anche Marco, l’altro fratello, ora ricoverato presso “Casa sollievo della sofferenza”, a San Giovanni Rotondo. Luciano Del Vicario, 43 anni, figlio del titolare di una delle aziende più conosciute nell’ambito della fabbricazione dei fuochi e dei giochi pirotecnici, mentre preparava una miscela pirica, è stato investito da una fiammata che lo ha ucciso. Il fratello Marco, che era accanto a lui, ha cercato di sottrarlo alla fiamme, ma ogni tentativo è stato inutile. Ridotto ad una torcia umana, l’uomo è morto nel Centro grandi ustionati di Cesena dove era stato trasferito già in gravissime condizioni.

Nel 2018, la famiglia Del Vicario, aveva subito un’altra grave perdita per lo stesso motivo. Cosimo, uno dei fratelli di Luciano e Marco – ,  era morto in fabbrica  esattamente allo stesso modo. Con il padre Giacomo, i tre fratelli, portavano avanti l’azienda di famiglia concependo il lavoro come una vera e propria arte da tramandare. Richiesti ovunque, anche fuori della Puglia, i loro giochi pirici erano ritenuti spettacolari ed unici a livello nazionale.

Per Gabriele Taranto, segretario generale Ugl Foggia, “L’incidente deve far sempre più riflettere sulla importanza della sicurezza sui luoghi di lavoro da parte delle aziende anche e soprattutto in un settore ad alto rischio come quello delle fabbriche dei fuochi , settore economico importante per la città e che attraversa anch’esso un momento di grave crisi dovuto allo stop delle manifestazioni causa pandemia. La nostra organizzazione sindacale ha organizzato in diverse piazze d’Italia manifestazioni per diffondere la cultura della sicurezza sul lavoro che necessita di un grande sforzo comune».

Parole di cordoglio anche dal Sindaco Francesco Miglio che al momento dell’incidente, su cui sono tuttora in corso le indagini dei Carabinieri, aveva chiesto alla cittadinanza, attraverso la sua pagina Faceboock, un momento di attenzione e raccoglimento, “Preghiamo per Luciano – aveva detto – ha bisogno di tutti noi”.

 

Articoli correlati

Lascia un commento