Home Costume e società Dress code, tentativo di estorsione e maltrattamenti, Bellomo torna ai domiciliari
Bellomo

Dress code, tentativo di estorsione e maltrattamenti, Bellomo torna ai domiciliari

da Elvira Zammarano

Lo ha stabilito il Tribunale del Riesame di Bari, in sede di rinvio dalla Cassazione che, a gennaio, aveva annullato il provvedimento con il quale, il 29 luglio 2019, il Riesame di Bari aveva revocato gli arresti domiciliari, per l’ex giudice del Consiglio di Stato, Francesco Bellomo. In un primo momento le richieste della difesa dell’ex magistrato furono accolte e i reati da maltrattamenti furono “ ridimensionati in tentata violenza privata aggravata e stalking  e da estorsione in violenza privata. Questo consentì di “sostituire la misura cautelare dei domiciliari con il divieto temporaneo, per la durata di 12 mesi, di esercitare attività imprenditoriali o professionali di direzione scientifica e docenza”. La vicenda “Bellomo”, accusato di aver maltrattato  4 studentesse della sua scuola di Formazione – “Diritto e Scienza” –  per la preparazione al concorso in magistratura,  suscitò grande scalpore a livello nazionale. Oggi, un ulteriore passo indietro per l’ex magistrato che, ora, dovrà tornare ai domiciliari.

Articoli correlati

Lascia un commento