Home Lavoro Tari 2020, un Bonus per le famiglie in difficoltà
Tari

Tari 2020, un Bonus per le famiglie in difficoltà

da Francesco Tesoro

Buone notizie per le famiglie italiane,  aiutare i nuclei in difficoltà nel pagamento di bollette ed imposte è diventato prioritario per il Governo.  Facendo seguito ai bonus luce, acqua e gas, già regolarmente in vigore, arriva il bonus sociale Tari 2020, ovviamente solo per coloro che dimostrino specifici requisiti ISEE e familiari numerosi in coabitazione.

Nell’ultimo decreto fiscale con riferimento alla Legge di bilancio 2020, l’articolo 57 bis, che si occupa specificamente della Tari, promuove la tutela ambientale in un quadro di sostenibilità sociale, l’accesso alla fornitura del servizio a condizioni tariffarie agevolate e adotterà i relativi provvedimenti di definizione delle tariffe agevolate entro 120 giorni dall’entrata in vigore del Decreto fiscale 2020.

Gli utenti che potranno beneficiare di tali agevolazioni saranno individuati in analogia ai criteri utilizzati per i bonus sociali relativi all’energia elettrica, al gas e al servizio idrico integrato, ovvero, i nuclei familiari con ISEE non superiore a 8.265 euro, le famiglie numerose con almeno 4 figli a carico ed un ISEE non superiore a 20.000 euro, i beneficiari del Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

La TARI ricordiamolo, è un’imposta nata per finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, mentre il Bonus Sociale Tari 2020 è un’agevolazione spettante a determinati nuclei familiari con specifici requisiti di Isee e numero di componenti. Lo “sconto”, dunque, aiuterà molti cittadini in difficoltà,  alleggerendoli  del peso della bolletta Tari. Il Comune di residenza stabilisce il quantum da pagare in base alla presunta quantità di rifiuti prodotta, dalla metratura della superficie dell’immobile e dal tipo di attività svolta in esso.

 

Articoli correlati

Lascia un commento