Home Cronaca Puglia, Traffico di armi e droga: chiuse le indagini con 24 avvisi
Indagini

Puglia, Traffico di armi e droga: chiuse le indagini con 24 avvisi

da Elvira Zammarano

Detenzione e porto illegale di armi e munizioni, spaccio di sostanze stupefacenti, furto aggravato, banconote false, possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi, ricettazione, truffa a compagnia d’assicurazione per falso incidente stradale e spari in luogo pubblico, sono i reati contestati a vario titolo per i ventiquattro soggetti implicati nelle indagini per fatti avvenuti tra il 2016 e 2017 nei territori di Matera e Bari. Gli accertamenti, condotti dalla Squadra Mobile di Matera, presero il via da alcuni colpi di arma da fuoco esplosi nella periferia della città. Le immagini delle telecamere della zona contribuirono alla identificazione dei criminali, svelando pure un sostanzioso traffico di armi e droga, stabilito con diversi paesi della provincia di Bari, in particolare Altamura, Gravina di Puglia e Santeramo in Colle. Le indagini hanno poi consentito il ritrovamento di pistole di diverso calibro e marca, un teaser, coltelli e munizioni e di chiarire le dinamiche di un finto  incidente stradale organizzato per truffare l’assicurazione. Sono stati creati anche finti documenti di identità, ceduti a cittadini stranieri, specie albanesi, che potevano così spostarsi nei Paesi dello Schengen. Ciò che accomunava i ventiquattro soggetti, non era solo l’interesse per le attività illecite, ispirato dalla comune ideologia criminale, ma anche il modo di concepire lo straniero di colore che, per questo insano motivo, spesso era insultato, picchiato e deriso. Poi naturalmente c’era il fiorente filone della droga e delle estorsioni. Stamattina, con la conclusione delle indagini sono stati  notificati ventiquattro avvisi, tanti quanti sono gli indagati, di cui cinque vivono in provincia di Matera, quattro di Bari e una in provincia di Pordenone.

 

Articoli correlati

Lascia un commento