Home Scuola Puglia Scuola, la Regione “L’USR, programmi orari differenziati di ingresso e uscita”
Puglia

Puglia Scuola, la Regione “L’USR, programmi orari differenziati di ingresso e uscita”

da Elvira Zammarano

È la proposta che la Regione Puglia fa all’Ufficio Scolastico Regionale (USR) per ridurre i rischi di un possibile contagio legati all’utilizzo dei mezzi di trasporto. Un tentativo per rimediare alla mancanza cronica dei bus e che la prossima riapertura delle scuole potrebbe trasformare in problema sanitario? Rispetto alla temibile problematica l’urgenza sarebbe quella di reperire altri mezzi di trasporto per permettere al flusso dei viaggiatori (tra studenti e lavoratori pendolari) di spostarsi in sicurezza. Auspicabile. Questo però, per il momento (e neppure a breve termine), sarà possibile.

L’USR dal canto suo, ha convocato una serie di tavoli tecnici – ieri si è tenuto il primo – chiedendo la partecipazione condivisa delle aziende e dell’assessorato dei Trasporti e dei Dirigenti scolastici con l’obiettivo di individuare le migliori strategie (come quella di programmare gli orari scolastici in entrata e in uscita), per garantire agli utenti un trasporto in sicurezza.

“Su convocazione della Direzione Generale dell’Ufficio scolastico regionale per la Puglia, si è tenuta ieri una prima riunione relativa agli aspetti logistici e organizzativi della mobilità da e verso gli istituti scolastici, in vista della ripresa delle attività per il prossimo settembre”, è la dichiarazione dell’assessore Giannini, al termine della seduta. “Anche per noi la pandemia può e deve rappresentare, non solo una calamità, ma anche un’opportunità per impostare la mobilità e il sistema trasportistico su basi moderne e sostenibili”. L’assessore, ha poi concluso,“Ne trarremmo notevoli benefici sia ambientali che economici e maggiore sicurezza nella movimentazione delle persone e delle merci”

Articoli correlati

Lascia un commento