Home Gastronomia In Cucina con Antonio, tra nuove Ricette e Cocktail strepitosi
Margarita

In Cucina con Antonio, tra nuove Ricette e Cocktail strepitosi

da Antonio Tesoro

La Storia
Quando si parla di cocktail, il Margarita è il massimo dell’eleganza. Grazie al suo particolare accostamento tra il sapore acidulo del limone o del lime, il salato,  inevitabile per il bagno nel sale con cui si ricopre il bordo della coppa in cui servire il cocktail,  il dolce del Triple sec (un liquore aromatizzato con l’olio essenziale di arance, che spesso sostituisce lo sciroppo di zucchero) ed il gusto poderoso della tequila.  Di certo, questo drink non ha un sapore adatto a tutti i palati! È un cocktail storico, nato in  Messico, l’ingrediente principale è, infatti, la tequila, un’acquavite distillata dalla pianta dell’agave. La sua storia, come in molte del settore, è legata a leggende vere e proprie. Ma, tra tutte ogni intenditore se ne sceglie una, quella che la rende più verosimile alla sua realtà. La si racconta ad amici e clienti in vena di ascoltarla, mentre si sorseggia il cocktail.

La mia è la seguente: La storia è ambientata nel 1936 e racconta di un matrimonio, la cui sposa, Margarita, era cognata di Daniel Negrete, bartender e proprietario del locale che si trovava all’interno del Garci Crispo Hotel. Durante i festeggiamenti, Negrete decise di offrire, come regalo di nozze, ai parenti, il particolare cocktail. La cui ricetta venne tramandata per anni nella famiglia, assumendo il tipico nome di Cocktail (di)”Margarita”.

Il Margarita rientra nella categoria dei cocktail sour, ossia quei drink preparatati con un distillato, succo e correttore. La ricetta è semplice e cristallina e racchiude in sé tutto il sapore del Messico: tequila, triple sec e succo di lime o limone. Il risultato è una miscela aromatica in perfetto equilibrio, dove il forte gusto della Tequila si stempera nel succo del lime fresco e nel dolce del Triple sec. Non a caso nel Centro America si è sempre consumato il trio: tequila, sale e limone. L’evoluzione negli anni, grazie ai bar tender, avrebbe portato all’integrazione col Triple Sec, giungendo al risultato che conosciamo oggi.

Ingredienti
Tequila (50%), Triple sec (30%), Succo di lime fresco (20%), Una fettina di Lime, Sale fino.

Preparazione
Brinare il bordo del bicchiere a coppa con del sale fino. Con una fetta di lime, strofinare il fondo del bicchiere. Versare nel mixing-glass ghiaccio, Triple sec, Tequila e succo di Lime. Shakerare energicamente. Con l’aiuto di uno strainer e di un passino a maglie molto strette, filtrare il cocktail dai residui di ghiaccio. Versare  e  decorare  con una fettina di Lime la coppa. La ricetta tradizionale considera una quantità di 35 ml di Tequila, di 20 ml di Triple sec e di 15 ml di succo di Lime fresco. La gradazione alcolica del cocktail corrisponde a circa 31,4% Vol, mentre l’apporto calorico, sempre facendo riferimento alle quantità indicate, è di circa 125 kcal.

 

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento