Home WideNews La Francia richiude le scuole, nuovi focolai e contagi tra gli alunni
La Francia richiude le scuole, nuovi focolai e contagi tra gli alunni

La Francia richiude le scuole, nuovi focolai e contagi tra gli alunni

da Francesco Tesoro

Una settimana dopo la riapertura progressiva delle scuole e la fine del lockdown, la Francia ha dovuto chiudere nuovamente  le scuole  in alcune città (Nizza, Mans, Tolosa e Roubaix). Sono 70, infatti, gli edifici, tra materne ed elementari, che hanno dovuto richiudere i battenti a causa della presenza di  numerosi nuovi casi di contagio da coronavirus. Ma è possibile che si tratti di ragazzini già positivi nella fase di preriapertura scolastica. Il Ministro dell’Istruzione francese Blanquer ha dichiarato che questi casi non mettono in discussione la volontà del Governo di andare avanti con la riapertura progressiva delle scuole promossa dal Presidente Macron, e che secondo la sua opinione, le conseguenze del non andare a scuola sarebbero molto più gravi.

I bambini non devono essere vittime collaterali di alcuna delle misure sanitarie, perchè le conseguenze potrebbero essere pesanti ed interessare  sia la sfera psicologica  che alimentare, fino all’abbandono scolastico. Si sa che il 90% dei Comuni si è attivato per riaprire le scuole ma che  il 70%  di queste continuano ancora con la didattica a distanza. Le raccomandazioni per una riapertura delle scuole in sicurezza rimangono sempre le stesse: lavarsi spesso le mani,  mascherina obbligatoria per insegnanti, alunni e personale Ata, naturalmente permane l’idea del distanziamento sociale e la limitazione del numero di alunni per classe. Secondo i Sindacati francesi la riapertura ed il rientro a scuola dei ragazzi è stato prematuro ed azzardato per la mancanza di misure idonee a garantire la sicurezza.

 

Articoli correlati

Lascia un commento