Home Salute Coronavirus: dagli Stati Uniti arriva il “robot medico”
Coronavirus: dagli Stati Uniti arriva il "robot medico"

Coronavirus: dagli Stati Uniti arriva il “robot medico”

da Sonia Sasanelli

Medicina e tecnologia, sono oggi strettamente legate e insieme permettono di curare e risolvere patologie che prima erano considerate molto rischiose.  Per esempio, per il coronavirus, negli Stati Uniti è stato messo a punto uno speciale “robot-medico” che svolge la maggior parte delle mansioni di uno specialista o un infermiere. Il  lavoro del robot è stato testato su un uomo di circa 30 anni, a cui è stato diagnosticato il virus dopo un viaggio nella città di Wuhan. Una volta a casa, il 30enne,  ha cominciato a manifestare i sintomi della malattia, accertati successivamente.

Giunto in Ospedale, il paziente è stato assistito dal robot che, munito stetoscopio, è  stato in grado di registrare i parametri vitali dell’uomo e di comunicarli ai medici attraverso uno schermo. Così facendo, si sono ridotti i rischi dovuti al contatto. Il robot, infatti, è telecomandato e può essere spostato nei modi che i medici ritengono più opportuni per comunicare e sorvegliare il paziente in isolamento.

Sicuramente per certi aspetti questo potrà sembrare un modo piuttosto impersonale di trattare  un paziente, ma è certamente una soluzione utile per ridurre ogni pericolo. I passi avanti, in questo senso, sono molti, e i medici sono fiduciosi che questi speciali “dottori artificiali” possano sempre più dare una mano a gestire e contenere situazioni di emergenza.

Articoli correlati

Lascia un commento