Home Cronaca Urla, rumori e poi più nulla, si sono uccisi accoltellandosi a vicenda
Urla, rumori e poi più nulla, si sono uccisi accoltellandosi a vicenda

Urla, rumori e poi più nulla, si sono uccisi accoltellandosi a vicenda

da Elvira Zammarano

Li hanno trovati morti, lui all’interno dell’abitazione – ubicata nel centro storico di Ceglie Messapica (BR) -, lei sulle scale nell’atto di fuggire. Si tratta di due romeni, Gheorghe Nechita, un pastore di 41 anni e Mara Taran,  bracciante di 51. Dalle prime indagini, i due si trovavano all’interno dell’appartamento, abitato dalla donna, quando al culmine di una lite si sarebbero uccisi colpendosi reciprocamente con dei fendenti. Per gli inquirenti, il primo colpo l’avrebbe sferrato la donna, ma sarebbe stata raggiunta, disarmata e colpita a morte dall’uomo, ferito anche lui gravemente, proprio sulle scale.

La cinquantunenne  era sposata con un bracciante che al momento del fatto si trovava in provincia di Bari a lavorare in campagna. L’uomo è stato sentito a lungo dai Carabinieri  e, per ora, sarebbe estraneo ai fatti. Nessuna ipotesi è esclusa anche se quella più accreditata è che tra Gheorghe Nechita e Mara Taran, ci fosse una relazione giunta al termine. Il pastore era residente a Catania, spesso però si fermava a casa della coppia dietro il pagamento di un compenso. Non si escludono neppure possibili dissapori causati da problemi economici. Sul posto oltre ai Carabinieri, chiamati dai vicini spaventati dalle urla, anche il medico legale, Antonio Carusi e il Sostituto Procuratore di Brindisi, Livia Orlando.

 

Articoli correlati

Lascia un commento