Home Cronaca Bari – Signorile il gommista” è stato arrestato, in un agguato uccise e ferì due esponenti del clan Parisi – Palermiti
Bari - Arrestato Signorile “il gommista”, in un agguato uccise e ferì due esponenti del clan Parisi – Palermiti

Bari – Signorile il gommista” è stato arrestato, in un agguato uccise e ferì due esponenti del clan Parisi – Palermiti

da Elvira Zammarano

Giuseppe Signorile, detto “il gommista”, è stato arrestato all’alba di domenica 15 dicembre dalla Squadra Mobile di Bari, in collaborazione con il Servizio Centrale Operativo e la Polizia Scientifica di Bari. Era l’unico dei 24 esponenti dei clan Parisi- Palermiti e Busco di Japigia, scampato alla cattura del 25 ottobre scorso.

L’uomo, si era rifugiato a Bitetto, in un condominio abitato da persone insospettabili, dove occupava un vano tecnico adibito a mini appartamento. A fargli compagnia, la moglie e, poggiata sul comodino, una pistola calibro 9 mm corto, munita di silenziatore e munizionamento, oltre a diecimila euro in contanti. Signorile, che al momento dell’irruzione non ha opposto resistenza, aveva in uso anche, una Jeep Renegade risultata poi rubata.

I fatti risalgono al 2017 e fanno riferimento alle indagini condotte dalla Sezione Reati contro la persona, partite dopo una sanguinosa guerra tra il clan Palermiti-Parisi e  il gruppo dei Busco. C’erano in gioco diverse cose, prime fra tutte, il potere confermato dai Palermiti-Parisi nel cosiddetto “quadrilatero” di Japigia e il mercato dello spaccio, continuamente minacciato dal gruppo Busco. In questo contesto si inseriscono gli omicidi di Francesco Barbieri e Giuseppe Gelao ed il ferimento di Antonino, nipote del 65enne boss Eugenio Palermiti. Gli omicidi furono eseguiti da un commando di quattro uomini –  tra cui Giuseppe Signorile – agli ordini dei Busco.

Lo scorso 25 ottobre, a conclusione delle indagini furono arrestate 24 persone, tranne Signorile, che riuscì a fuggire rimanendo in latitanza fino a domenica 15. Oggi, l’arresto.

Articoli correlati

Lascia un commento