Home Cronaca Grumo Appula (BA) –  Percepiva la pensione di cittadinanza ed era titolare a nero del Bar dell’Ospedale, segnalati 19 dirigenti alla Procura
Grumo Appula (BA) –  Percepiva la pensione di cittadinanza ed era titolare a nero del Bar dell'Ospedale, segnalati 19 dirigenti alla Procura

Grumo Appula (BA) –  Percepiva la pensione di cittadinanza ed era titolare a nero del Bar dell’Ospedale, segnalati 19 dirigenti alla Procura

da Elvira Zammarano

Dal 2014 non aveva mai presentato dichiarazioni dei redditi, sottraendo, in questo modo, oltre € 250.000 all’erario e dal 1985 non aveva mai corrisposto i prescritti canoni di locazione, né mai rimborsato le spese – pari a 80.000 euro – per i consumi di luce  e acqua, come invece previsto dal “Contratto di concessione” stipulato con l’allora USL BA/12. Un evasore totale, questo il ruolo del titolare del Bar che occupava i locali presenti all’interno dell’Ospedale di Grumo Appula.

Durante un’attività di routine, i Finanzieri di Bitonto hanno effettuato alcuni controlli sulla regolare emissione dello scontrino fiscale presso l’esercizio commerciale all’interno dell’Ospedale, scoprendo che il titolare non aveva mai installato il registratore di cassa e neppure il contatore dell’energia elettrica e dell’acqua. L’uomo si serviva a costo zero delle utenze pubbliche, senza che i Dirigenti dell’azienda sanitaria avessero mai denunciato l’illecito. Tra l’altro l’uomo percepiva indebitamente una “Pensione di Cittadinanza”, richiesta con una autocertificazione nella quale dichiarava di essere un mero pensionato senza nè arte nè parte.

La grave situazione, insieme alla condotta omissiva dei 19 Dirigenti pubblici pro-tempore che ha causato un rilevante nocumento alle casse dell’Ente pubblico, con conseguente ingiusto vantaggio patrimoniale per il titolare del Bar, è stata segnalata dai Finanzieri alla Procura della Repubblica di Bari e alla Sezione Giurisdizionale Puglia della Corte dei Conti. Per il falso pensionato è invece scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Bari per illeciti finanziari e dichiarazioni mendaci per l’ottenimento della “pensione” e una segnalazione alla direzione dell’Inps per la revoca del titolo e il recupero delle somme indebitamente percepite.

Articoli correlati

Lascia un commento