Home Costume e società Capurso (BA) – L’attesa  “Fanoje”,  la festa che unisce un intero paese
fanoje3

Capurso (BA) – L’attesa  “Fanoje”,  la festa che unisce un intero paese

da Elvira Zammarano

È l’antica festa dei capursesi, coincide con la vigilia dell’Immacolata e preannuncia il periodo delle grandi festività natalizie. Rappresenta un po’ l’incontro tra le vecchie e le nuove generazioni, il sacro e il profano, il desiderio di trasmettere le tradizioni popolari. Ma è anche il piacere di ritrovarsi tutti insieme a  gustare, attraverso  gli itinerari sapientemente organizzati, il tipico, nostrano “Street food”.

Ma cos’è “La Fanoja”? Anticamente in ogni strada del paese, alla vigilia dell’Immacolata, si accendevano diversi falò, le “Fanoje”. La ricorrenza era talmente importante che impegnava tutti gli abitanti del luogo. Le stradine del centro storico, intorno alle  20, si popolavano di famiglie, giovani, bambini e anziani. Tutti erano chiamati indistintamente a dare una mano. Si racconta che le “Fanoje” dovevano servire alla Madonna per asciugare e scaldare la biancheria del piccolo Gesù. C’è però anche un’altra storia, in cui si racconta che i fuochi dovevano servire a tenere lontani dal paese gli spiriti maligni. Sempre secondo la tradizione, dopo la benedizione del parroco, la legna completamente bruciata e ridotta in cenere, ai lati del grande fuoco, poteva essere raccolta nei bracieri per alimentare, simbolicamente,  la fiamma della propria fede e riscaldare l’abitazione durante la notte. Naturalmente intorno al fuoco si poteva suonare, ballare, mangiare e bere anche del buon vino.

Attualmente la “Fanoja” attorno a cui ci si raccoglie è quella di Piazza Gramsci, nel centro storico di Capurso, qui ci sarà anche il preannunciato percorso enogastronomico. In piazza Umberto, invece, Babbo Natale, aspetterà tutti i bambini nel suo  “Villaggio Ricibiamo con Babbo Natale”. Mentre in Via Regina Sforza, si potranno visitare il mercatino di Natale e le opere d’arte della Strada degli Artisti, rispettivamente curati da Katya Abbrescia, dell’associazione Artistika,  e da Rocco De Sario.

L’evento è stato organizzato dall’associazione di promozione sociale Puglia in Corte, con il patrocinio del Comune di Capurso.

fanoje capurso - Copia

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento