Home Cronaca Monopoli – Truffano un’anziana ed un Istituto di credito, la donna perde danaro e appartamento, 7 gli indagati
truffa monopoli

Monopoli – Truffano un’anziana ed un Istituto di credito, la donna perde danaro e appartamento, 7 gli indagati

da Elvira Zammarano

I Finanzieri di Monopoli, in seguito ad un’articolata indagine, coordinata dal Sostituto Procuratore di Bari, Claudio Pinto, e diretta dal sovraordinato I Gruppo Bari, hanno denunciato sette persone dell’hinterland barese, responsabili a vario titolo di circonvenzione d’incapace, truffa, falso in atto pubblico e antiriciclaggio.Un complesso disegno criminoso architettato da una finta mediatrice creditizia di Monopoli che, supportata da un abile consulente finanziario di Putignano, un impiegato di banca e un dipendente di uno studio notarile, ha approfittato della buona fede di un’anziana signora del posto.

La finta mediatrice aveva stabilito con l’anziana donna un legame confidenziale, ovviamente  interessato, con l’intento di truffare per oltre 200.000, anche una banca di Monopoli. Poi, le aveva fatto sottoscrivere un falso atto testamentario dell’appartamento in cui viveva a vantaggio della figlia, mentre si trattava di una losca procura a vendere l’abitazione per favorire un suo complice. Il quale, a sua volta, lo avrebbe successivamente “venduto” a due donne originarie di Bitonto, implicate nella truffa.

Le due donne, a loro volta, pronte all’acquisto, sempre guidate dalla mediatrice, hanno prodotto una serie documenti contraffatti da presentare in banca, attestanti inesistenti e remunerate posizioni lavorative con lo scopo di ottenere, dall’istituto di credito, la somma necessaria per il pagamento dell’immobile. Il finanziamento è andato a buon fine e le donne hanno ottenuto illecitamente il danaro e chiuso così il passaggio di proprietà. Un finanziamento però andato subito  in sofferenza per il mancato pagamento delle rate.

Frattanto il danaro ottenuto è stato versato su un conto corrente intestato ad hoc all’anziana donna per essere sottratto in modo graduale dalla truffatrice con una serie di raggiri, dall’uso indebito del bancomat all’emissione di assegni intestati a proprio favore, fino al prosciugamento totale del conto. Intanto la vittima, senza nulla sapere, ha perso danaro, appartamento in cui viveva e su cui la banca, nel frattempo ha avviato una serie di azioni di rivalsa per effetto dell’ipoteca. Tutte e sette le persone coinvolte nella truffa sono state denunciate e le loro posizioni sono ora al vaglio delle inquirenti.

Articoli correlati

Lascia un commento