Home Rubriche DETTI E FRASI IDIOMATICHE – “Fare il bucato”
Detti-e-frasi-idionatiche-rubrica-sabrina

DETTI E FRASI IDIOMATICHE – “Fare il bucato”

da da Redazione

Il termine bucato deriverebbe da bukòn, una parola francone – il ceppo di lingue germaniche parlate nell’allora Regno dei Franchi – che significava lavare. In italiano questo verbo si è trasformato in ‘bucare’, e quindi ‘fare il bucato’.

Questa espressione idiomatica può anche  derivare da un metodo che si usava per lavare i panni prima dell’avvento di detersivi e lavatrici. Nel Medioevo le donne mettevano i panni in un recipiente di legno o di terracotta che  coprivano con un telo bucherellato detto ‘ceneraccio’ sul quale  rovesciavano  un composto di acqua bollente e cenere di legna – la liscivia – che fungeva da detersivo con un forte potere sgrassante e sbiancante. Il telo bucato filtrava la cenere  che puliva bene i panni; il ‘bucato’ veniva poi sciacquato nelle fontane.

La letteratura in proposito riporta che il detto può riferirsi anche ai grandi mastelli in legno nei quali si immergevano i capi per il lavaggio. Il peso dei recipienti era tale che rendeva praticamente impossibile una qualunque manovra di rovesciamento; per svuotare il contenitore veniva posto, sul fondo, un tappo in legno che si andava a togliere, dopo che i capi erano rimasti in ammollo anche per alcune ore, per eliminare l’acqua sporca e procedere poi con i vari risciacqui e la strizzatura finale. Con la parola bucato, quindi, secondo questa ricostruzione, si farebbe riferimento  all’attrezzo utilizzato per lavare che è in seguito passato ad indicare l’azione in sè e quindi anche il risultato finito, cioè i panni puliti. Ecco dunque perchè si dice “bucato” in riferimento ai panni appena lavati. Altre fonti parlano di un’usanza secondo cui alcune donne  lavavano i panni in un tronco d’albero smidollato e bucato dal tempo.

Altre ipotesi, infine, suggeriscono che con bucato ci si riferisse proprio ai capi che, sottoposti a un lavaggio tanto aggressivo, subivano certamente un’usura che si manifestava proprio con strappi o buchi.

In inglese e in francese l’espressione in questione di rende con ‘fare il lavaggio’, rispettivamente: ‘to do the washing’, ‘faire la lessive’.

fare il bucato

You may also like

Lascia un commento