Home Cronaca Taranto, Un quadro con un teschio nero al ministro Bellanova, la mamma del 15enne morto per sarcoma , “Questa è l’aria che ha ucciso mio figlio”

Taranto, Un quadro con un teschio nero al ministro Bellanova, la mamma del 15enne morto per sarcoma , “Questa è l’aria che ha ucciso mio figlio”

da Elvira Zammarano

Le mamme del rione Tamburi di Taranto hanno raccolto “la polvere di minerale”, con cui hanno realizzato un quadro, su una tela bianca, con disegnato un teschio nero. Accanto al disegno, la scritta “Mamme No Dioxin”. Il manufatto è stato consegnato, nella serata di ieri, da Carla Lucarelli, madre di Giorgio di Ponzio, il ragazzo morto lo scorso gennaio per un sarcoma e da un’altra mamma, Stefania Petaro.

L’incontro è avvenuto a San Giorgio Jonico, durante l’evento Fiom di Taranto a cui il ministro dell’agricoltura era stata invitata. Più volte, durante l’acceso dibattito, le mamme e, in particolare Carla Lucarelli, hanno invitato Teresa Bellanova a rendersi conto della cappa nera che ricopre l’intera città, che rende l’aria irrespirabile. “La stessa aria”, ha aggiunto la Lucarelli, “che ha ucciso mio figlio, venuto a mancare per colpa della diossina”.

Inoltre, la Lucarelli ha aggiunto di essere “molto arrabbiata” per i 12 decreti salva Ilva. Mentre la signora Petaro, rivolgendosi al ministro ha detto che da un docu-film sulla Mittal, ha appreso che la nota azienda siderurgica e mineraria, “entra nei Governi” e “corrompe”.

Secca la replica della Bellanova, “Il dolore bisogna rispettarlo”, “Non credo di aver fatto scelte che hanno procurato danno alle persone. Lei può pensare tutto quello che crede di Mittal” ma “non ha il diritto di pensare che Mittal corrompe una persona come me”.

Nel frattempo uno sconosciuto tra il pubblico ha gridato contro il ministro, “Solo in Italia c’è l’immunità penale per una azienda come l’Ilva. Gli avete dato la licenza di uccidere”.

Articoli correlati

Lascia un commento