Home Cronaca Bombardata da chiamate e messaggi hot, esasperata, maestra di Ladispoli denuncia ai Carabinieri
numero-maestra-finito su sito-hard.jpg

Bombardata da chiamate e messaggi hot, esasperata, maestra di Ladispoli denuncia ai Carabinieri

da Elvira Zammarano

Sposata, laureata in ingegneria informatica, insegnante 49enne di Ladispoli, per giorni e a tutte le ore, è stata tempestata da messaggi e chiamate volgari da parte di uomini, giovani e anziani.

“Chiamate continue” – racconta – “L’ho acceso di mattina e alle 8 era già era zeppo di messaggi hot. Uomini, anche anziani, oppure ragazzi che, guardando attentamente il profilo, non saranno neppure maggiorenni”.

Il numero dell’insegnante era finito – non si sa come – su “Bakekaincontri”, e associato al profilo di una massaggiatrice orientale, che si presentava ammiccante e in abiti succinti, con in bella mostra l’invito: “Se ti sei stancato dei finti massaggi che lasciano tracce solo sul portafoglio, nel mio studio trovi solo veri massaggi, di una qualità che puoi percepire sin dal primo istante e che rimarrà con te anche nei giorni seguenti”. E ancora, “Tratterò il tuo corpo con mani sapienti, che hanno appreso le tecniche in un’ottima scuola e le hanno sublimate con l’esperienza e la passione che solo l’amore per la propria professione può dare”.

Ci siamo recati in caserma – afferma il marito della maestra – Ci è stato suggerito di provare a contattare i gestori del sito internet. Perché anche nel week end l’hanno bombardata”.

Appena richiesto, i gestori del sito web hanno immediatamente provveduto a rimuovere il numero della maestra, anche se è ancora da chiarire come ci sia finito.

Intanto però le telefonate e i messaggi WhatsApp continuano, “Ciao sono Michele, come li fai i massaggi?”, “Tesoro, ho preso il tuo numero su Bakekaincontri, voglio una serata indimenticabile”.

“Oramai lo hanno memorizzato – dice – e gli uomini continuano a telefonare. Se continueranno a chiamarmi sarò costretta a cambiare il mio numero che ho da oltre vent’anni”.

Articoli correlati

Lascia un commento