Home Cronaca Cagnolina aggredita dai cinghiali al San Paolo di Bari, i residenti, “Temiamo per i nostri bambini. E nessuno fa niente”

Cagnolina aggredita dai cinghiali al San Paolo di Bari, i residenti, “Temiamo per i nostri bambini. E nessuno fa niente”

da Elvira Zammarano

«È meglio che tutti sappiano, che tutti vedano – scrivono alcuni residenti sulla loro pagina fb, dove sono state pubblicate le foto shock dell’aggressione – Stanotte, aggressione da cinghiali, sempre più affamati! State attenti, voi i vostri cani ed i vostri bimbi. Io ed i miei colleghi, non credo avessimo visto mai nulla di simile!».

Sono le parole amare di chi quel giorno era presente e nulla ha potuto contro la ferocia del  branco di cinghiali che,  in via Troccoli,  la sera del 1 maggio, ha sbranato “Diablo”, la meticcia adottata dall’intero quartiere. Gli operatori della clinica veterinaria della dottoressa Cianciotta, “Ospedaletto-San Paolo”, subito intervenuti, hanno fatto il possibile per salvarle la vita. Ci sono ancora le tracce della feroce aggressione proprio nei pressi dei bidoni della spazzatura, la principale attrattiva dei cinghiali, sempre più affamati e sempre più inferociti. La cagnolina percorreva la strada proprio vicino ai bidoni quando, improvvisamente, il branco – tre esemplari adulti e diversi cuccioli – è sbucato, azzannandola all’altezza dell’addome. Oltre al dolore per la perdita di “Diablo”, ora, dicono i residenti,  anche la preoccupazione che un’altra aggressione possa avvenire e questa volta ai danni di qualche adulto o, ancor peggio, bambino.

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento