Home Cronaca Per Anita raccolte 7mila firme, la mamma, “La sanità barese deve essere migliorata”
ospedale pediatrico

Per Anita raccolte 7mila firme, la mamma, “La sanità barese deve essere migliorata”

da Elvira Zammarano

E’ l’appello della mamma di Anita, la bambina di otto mesi, morta recentemente al Giovanni XXIII di Bari per un aggravamento improvviso delle sue condizioni di salute e per la mancanza di posti letto. La raccolta firme, avviata dalla mamma, intende sensibilizzare l’opinione pubblica e la politica affinché si realizzino piani di miglioramento sulla sanità barese. «La mia Anita è volata via – dice la mamma –  ma adesso cercheremo di lottare per gli altri bimbi affinché non debbano attendere tempi troppo lunghi per mancanza di posti». Anita, ricordiamolo, nata da un parto gemellare con la sindrome di down, costantemente monitorata, era  affetta da una cardiopatia congenita. A un certo punto si era palesata anche la necessità di un intervento chirurgico da programmare. Nel frattempo, però, tra la scelta di una possibile data per l’intervento e la carenza dei dei posti letto – in terapia intensiva ce ne sono solo 4 – le condizioni della bambina si sono aggravate a causa di una bronchiolite. Nonostante l’intervento effettuato, poi, d’urgenza, Anita è morta per le conseguenze dell’infezione polmonare.

 

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento