Home Cronaca I medici d’Italia, in piazza, a Roma, contro precariato e chiusura del 118

I medici d’Italia, in piazza, a Roma, contro precariato e chiusura del 118

da Elvira Zammarano

«Il 118, lo può fare anche un bambino. È il numero dell’emergenza per aiutare chi sta male. E il prossimo 27 settembre, alle ore 11.00, a piazza Montecitorio, il Sindacato medici italiani manifesterà perché venga finalmente risolto il precariato medico e degli operatori della salute di questo servizio d’emergenza. –  ad affermarlo il dott. Ludovico Abbaticchio, Medico di famiglia, Garante dei minori, infanzia e adolescenza della Regione Puglia, Presidente Nazionale del Sindacato Medici Italiani (SMI) e Consigliere di Amministrazione dell’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) – Lo dico perché il Sindacato medici italiani, rappresenta tutti i medici ed io, anche se medico di famiglia, e non del 118, mi sento coinvolto sia sul piano politico che su quello sindacale. Mi rivolgo a chi è nelle istituzioni. Parlare di lotta al precariato medico significa dare il servizio. Siamo noi a parlare con le persone. A orientare sia sul piano della cultura della salute, che sul piano della politica della salute. Per cui, ai Consiglieri comunali, agli Assessori, ai Sindaci, agli Assessori regionali e Parlamentari, chiedo di  impegnarsi su questo tema, perché non faremo sconti a nessuno».

Articoli correlati

Lascia un commento